Sicilia, l’autunno è pronto: primo peggioramento e calo termico. Rischio forti fenomeni!

Buongiorno amici di weathersicily.it. Dopo un mese di settembre prettamente molto mite e secco, esclusa la prima settimana che vide instabilità sparsa, l’autunno è pronto a mostrare i primi segni di vita a partire dalla serata/nottata in arrivo tramite una prima perturbazione atlantica in scivolamento sul Mediterraneo centro-orientale. Possiamo definirlo il primo, vero, impulso perturbato della stagione che determinerà una breve, localmente intensa, fase di maltempo ed un sensibile calo delle temperature che, entro venerdì 4 ottobre 2019, porterà i valori sotto media climatica di circa 3-4°C.

Analisi mercoledì 2 pomeriggio/sera – notte giovedì 3 ottobre 2019 – Attendibilità 60% (DI POCO MEDIO-ALTA).

| Grafica weathericily.it |

Le prime avvisaglie prenderanno vita al pomeriggio odierno quando, il primo calo del geopotenziale in quota, determinerà la formazione di temporali di calore tra Madonie, Nebrodi, Peloritani ed etneo. L’impulso atlantico, proveniente da settentrione, instaurerà tra la serata odierna e la notte di giovedì un flusso umido sud-occidentale in quota a causa del minimo depressionario in collocamento tra il centro Tirreno e l’area adriatica. Sarà questa la fase potenzialmente più delicata poichè il getto umido da SW avrà a disposizione un immenso quantitativo di energia-convettiva (cape) presente lungo la colonna d’aria marittima, nonchè rispettivi indici che fanno presagire alla formazione di fenomeni “localmente” molto intensi, seppur di breve durata. Proprio a partire dalla serata odierna, a nord del trapanese, dovrebbero prendere vita in marea aperto numerose celle temporalesche, tendenti ad estendersi lungo l’asse tirrenica centro-orientale tramite la nota linea instabile pelo-costa, ovvero: le celle temporalesche in sviluppo in mare, nonostante il flusso sud-occidentale, dovrebbero tendere ad abbassarsi verso la costa tirrenica, alimentando l’avvio d insidiose celle a ridosso dei settori costieri (possibili, locali, nubifragi). Tale fase, secondo le attuali proiezioni modellistiche, vede lo spostamento di tale massa instabile verso levante (est palermitano-messinese tirrenico entro l’alba-mattina di giovedì), anche se, precisiamo, determinate evoluzioni assumono attendibilità medie in quanto basta poco per limitare il tutto soltanto al mare aperto, assistendo soltanto a spettacoli pirotecnici in mare (ripetute fulminazioni). Un’altra parentesi va dedicata al Canale di Sicilia, dove anche qui il flusso umido libecciale determinerà, durante la notte di giovedì, la formazione di possenti celle temporalesche, in risalita lungo la fascia meridionale, centrale e sud-orientale della Sicilia. Tuttavia vige incertezza sulla distribuzione delle precipitazioni ma riteniamo possibile tale visione visti, anche qui, gli elevati indici convettivi presenti a disposizione del flusso umido in quota. Al limite, o potenzialmente in ombra pluviometrica, potrebbero restare i settori interni centro-occidentali meridionali, anche se non si escludono fenomeni in risalita dal Canale di Sicilia occidentale.

Analisi per giovedì 3 ottobre 2019 – Attendibilità 60%, in rialzo al 70% entro sera (DI POCO MEDIO-ALTA, MEDIO-ALTA IN SERATA).

SCARICA LA NOSTRA APP!

WEATHER SICILY APP PER SISTEMI IOS

WEATHER SICILY APP PER SISTEMI ANDROID

Analizzata la fase potenzialmente più delicata, entro le ore diurne di giovedì il flusso umido di Libeccio tenderà a lasciare la nostra isola, rilasciando probabilmente gli ultimi apporti pluviometrici sul comparto nord-orientale, ove la termoconvezione pomeridiana potrebbe dare frutto alla formazione di celle temporalesche lungo la catena montuosa madonita-nebroidea, in possibile sconfinamento sul messinese tirrenico e lungo l’asse medio-alta ionica. Seguirà un flusso più secco occidentale in quota (500 hPa), complice di un miglioramento delle condizioni atmosferiche lungo il comparto centro-meridionale e centro-occidentale. Disturbi umidi sparsi seguiranno a quote medie (700 hPa), instaurati dal cambio delle correnti che si predisporranno in W/NW. Instabilità sparsa si concentrerà sul basso Tirreno entro sera tramite una blanda ritornante settentrionale, determinando rovesci e locali temporali sparsi (specie sul messinese e catena appenninica settentrionale).

Venti moderati di Maestrale, tendenti a ruotate in Tramontana/Grecale entro sera. Da mosso a molto mosso il Tirreno, molto mosso il Canale in mare aperto, calmo lo Ionio sottocosta. Temperature in deciso calo a partire dal settore occidentale e settentrionale, ancora valori max molto miti tra catanese e siracusano a causa della ventilazione di terra che potrebbe facilitare punte prossime o superiori ai +30°C.

Analisi per venerdì 4 ottobre 2019 – Attendibilità 70% (MEDIO-ALTA).

| Grafica weathericily.it |

La tendenza per venerdì 4 ottobre 2019 vede un veloce miglioramento delle condizioni atmosferiche, con residua instabilità notturna/mattutina sull’alto messinese, estremo siracusano orientale e basso ragusano. Tuttavia sarà ancora presente una sostenute ventilazione settentrionale che accompagnerà il definitivo calo termico atteso: lungo le zone costiere sarà difatti difficile il superamento dei +25°C, possibilmente qualche grado oltre soltanto sull’area costiera meridionale per via di ventilazione di terra settentrionale, con contesto prettamente secco. Attesi mari mossi, poco mossi i bacini meridionali sottocosta e l’alto Ionio.

Nel prossimo editoriale analizzeremo la situazione per il weekend, ma intanto possiamo preannunciarvi che l’autunno ha intenzione di seguire la strada prossima ad avviarsi. Una nuova perturbazione atlantica, molto più corposa rispetto a quella in arrivo domani, dovrebbe raggiungere l’area del Mediterraneo tra lunedì 7 e martedì 8 ottobre 2019, avviando una severa fase di maltempo per via di una goccia fredda in isolamento sulle nostre zone. Avremo modo di riparlarne.

02/10/2019 ore 11:48 – ©weathersicily.it

Seguimi su

Simone Pecorella

Ideatore, dirigente, grafico, previsore e redattore di Weather Sicily.
Simone Pecorella
Seguimi su
Logo Mini

Le previsioni meteorologiche e tutti i servizi offerti da Weather Sicily sono gestiti da appassionati di meteorologia, curate sulla base delle informazioni dei modelli matematici, aggiornate con la massima precisione possibile. Appassionati che seguono da anni la meteorologia siciliana e che hanno maturato nel tempo una certa competenza sul campo.

Weather Sicily non potrà essere considerata responsabile per ogni o qualsiasi danno che potesse derivare a soggetti giuridici terzi, società, enti o persone in relazione all'uso delle previsioni meteorologiche. In nessun caso sarà responsabile per qualsiasi tipo di danno, inclusi, senza limitazioni, i danni derivanti dalla perdita di beni, profitti e redditi, danni biologici, quelli derivanti dal costo di ripristino, di sostituzione, od altri costi similari, diretti od indiretti, incidentali o consequenziali, ovvero anche solo ipoteticamente collegabili con l’uso delle previsioni meteorologiche.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

La documentazione, le immagini, i caratteri, il lavoro artistico, la grafica, il software e gli altri contenuti del sito, tutti i codici e format scripts per implementare il sito, sono di proprietà di Weather Sicily. Il materiale contenuto nel sito Web è protetto da copyright. E' fatto, pertanto, divieto di copiare, modificare, caricare, scaricare, trasmettere, pubblicare, o distribuire per se stessi o per terzi per scopi commerciali se non dietro autorizzazione scritta.

E' consentita la condivisione di news e dati a condizione di citare il nostro sito. I Widget da noi offerti sono gratuiti e usufruibili a tutti coloro i quali volessero prelevarli.