Sicilia, si spalancano le porte dell’Artico: prima irruzione per Capodanno.

| Grafica weathersicily.it |

Buonasera amici di weathersicily.it, rieccoci qui ad aggiornarvi sulla tendenza meteorologica di fine anno/inizio anno 2019. La nostra regione, così come tutta l’area del Mediterraneo, negli ultimi giorni è stata coinvolta da una possente figura alto-pressorio di matrice azzorriana. Quest’ultima ha consentito la persistenza di stabilità, nonchè la realizzazione di ripetute inversioni termiche notturne che hanno favorito una notevole escursione termica tra le ore notturne/diurne. Situazione tipica durante le fasi anticicloniche invernali. Stabilità che tende a volgere al termine in quanto l’area anticiclonica atlantica tenderà ad innalzarsi verso l’Europa occidentale, riuscendo a coinvolgere anche il Regno Unito. Grazie alla rotazione oraria delle correnti, associate a quest’ultima figura, dalla porta balcanica subentreranno correnti artiche-continentali (secche) che, tra la giornata di S. Silvestro e il primo giorno del 2019, irromperanno sul centro-sud italiano tramite venti di Grecale/Tramontana. Scenario maturato durante le ultime 24 ore, difatti erano davvero pochi i centri meteorologici a credere in tale possibilità. Soltanto il centro di calcolo giapponese, JMA, insisteva da più ore su una prima apertura artica per le nostre zone, riuscendo a trainarsi venerdì 28 dicembre tutti i restanti centri, nonchè anche quelli più rinomati in ambito meteorologico. La colata artica-continentale entro la notte di Capodanno riuscirà ad innescare un minimo depressionario tra Mar Ionio e Mar Egeo, facendo scivolare isoterme prossime ai -2/-3°C  alla quota di 1.500 m circa (850 hPa). Oltre ad una fase moderatamente instabile, di cui a breve scriveremo, si attende un sensibile calo delle temperature:  quest’ultime tenderanno a portarsi sotto media stagionale di circa 5°C. Sempre a cavallo tra la sera di S. Silvestro e la notte di Capodanno si attende la prima neve di stagione in alta collina/bassa montagna, mediamente oltre i 700/800 m circa. Da valutare la possibilità di fiocchi a quote più basse (senza accumulo) grazie alla qualità dell’aria (infiltrazioni continentali russe in quota), specie tra messinese e alto catanese.

Tendenza successiva: subentra ancora più freddo ad inizio anno. 

| Media ens ECMWF 4 gennaio 2019 |

A partire da lunedì 31 dicembre 2018 potremmo vivere (potenzialmente) la settimana più fredda di questo inverno, salvo situazioni favorevoli nelle settimane successive. Il continuo innalzamento dell’anticiclone azzorriano fin verso la zona islandese favorirebbe difatti da giovedì 3 gennaio 2019 una seconda e più corposa irruzione artica in ingresso dall’est Europa, riuscendo dunque a mantenere un contesto decisamente rigido per più giorni (situazione insolita per le nostre zone in termini di costanza). I centri meteorologici ad oggi stanno ancora valutando la traiettoria della seconda colata artica e, in base alle medie modellistiche ensemble, possiamo comunque affermare che anche la Sicilia sarà in gioco a questo secondo step. L’ultimo tassello da verificare sarà l’instabilità, ovvero un contributo freddo anche alla quota di 5.000 m (500 hPa), indispensabile per la formazione di precipitazioni. In poche parole potremmo vivere un contesto gelido ma secco, oppure gelido ed anche perturbato che potrebbe dunque offrire bianchi scenari a bassissima quota. Certamente entro martedì 1 gennaio 2019 avremo un quadro più chiaro in merito, nel frattempo concentriamoci sull’antipasto freddo di Capodanno, questo offerto dall’Artico.

Previsioni meteo regionali valide per domenica 30 dicembre 2018 – Attendibilità 70% (MEDIO-ALTA)

Giornata prettamente nuvolosa su ovest e nord Sicilia con possibili piovaschi sparsi sull’area tirrenica. Cielo nuvoloso o poco nuvoloso altrove. Instabilità in progressivo aumento entro sera tra palermitano e messinese, con annessi rovesci e isolati temporali sparsi (specie sul messinese tirrenico). Fenomeni in possibile sconfinamento sul versante costiero ionico entro la notte a seguire.

Venti moderati di Maestrale, deboli sul Canale orientale e lo Ionio ove prevarrà la brezza marina. Mari mossi, poco mossi o calmi i bacini ionici e del ragusano. Temperature in lieve calo. *Neve oltre i 1.400/1.500 m entro sera.

Previsioni meteo regionali valide per lunedì 31 dicembre 2018 S. Silvestro – Attendibilità 60% (MEDIO-BASSA)

Autopromozione

639effaec12ffaacdf1606668d40ff43

Giornata segnata da nuvolosità sparsa sul nord Sicilia, associata a qualche isolato fenomeno sparso tra palermitano e messinese. Ultimi fenomeni, in via di esaurimento, sul litorale ionico entro il primo mattino. Variabilità altrove, con nubi in aumento dal pomeriggio/sera.  Peggiora in tarda serata sul comparto settentrionale: ovvero tra trapanese, palermitano e messinese con rovesci e isolati temporali sparsi. Fenomeni in possibile sconfinamento sull’entroterra centro-meridionale, fin verso il settore ionico possibilmente entro la notte a seguire.

Venti moderati/forti di Tramontana. Molto mosso il basso Tirreno, mosso il basso Ionio, poco mossi i bacini della costa sud. Temperature in deciso calo, specie dalla serata. *Neve oltre i 1.000/1.100 m al mattino, in calo fin i 700/800 m entro sera, possibilmente fin i 600/700 m sul messinese ed alto catanese. Possibile spolverata di neve su Enna entro la notte di Capodanno.

Previsioni meteo regionali valide per martedì 1 gennaio 2018 Capodanno – Attendibilità 60% (MEDIO-BASSA

Giornata variabile, con residue precipitazioni al mattino tra palermitano e messinese tirrenico (specie rilevi).  Cielo sereno o poco nuvoloso altrove.

Venti moderati settentrionali, forti sul basso Ionio. Mosso o molto mosso il basso Tirreno, molto mosso il basso Ionio, poco mossi i restanti bacini. Temperature in definitivo calo: freddo pungente. *Quota neve intorno ai 700/800 m tra la notte e il primo mattino sul nord Sicilia, intorno ai 800/900 m altrove.

La redazione di Weather Sicily augura un felice 2019 a tutti i lettori.

29/12/2018 ore 19:02 – ©weathersicily.it



Le previsioni meteorologiche e tutti i servizi offerti da Weather Sicily sono gestiti da appassionati di meteorologia, curate sulla base delle informazioni dei modelli matematici, aggiornate con la massima precisione possibile. Appassionati che seguono da anni la meteorologia siciliana e che hanno maturato nel tempo una certa competenza sul campo.

Weather Sicily non potrà essere considerata responsabile per ogni o qualsiasi danno che potesse derivare a soggetti giuridici terzi, società, enti o persone in relazione all'uso delle previsioni meteorologiche. In nessun caso sarà responsabile per qualsiasi tipo di danno, inclusi, senza limitazioni, i danni derivanti dalla perdita di beni, profitti e redditi, danni biologici, quelli derivanti dal costo di ripristino, di sostituzione, od altri costi similari, diretti od indiretti, incidentali o consequenziali, ovvero anche solo ipoteticamente collegabili con l’uso delle previsioni meteorologiche.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

La documentazione, le immagini, i caratteri, il lavoro artistico, la grafica, il software e gli altri contenuti del sito, tutti i codici e format scripts per implementare il sito, sono di proprietà di Weather Sicily. Il materiale contenuto nel sito Web è protetto da copyright. E' fatto, pertanto, divieto di copiare, modificare, caricare, scaricare, trasmettere, pubblicare, o distribuire per se stessi o per terzi per scopi commerciali se non dietro autorizzazione scritta.

E' consentita la condivisione di news e dati a condizione di citare il nostro sito. I Widget da noi offerti sono gratuiti e usufruibili a tutti coloro i quali volessero prelevarli.