Sicilia: richiamo mite in arrivo con punte di 20 gradi ma sabato avanza nuovamente il freddo.

| Grafica weathersicily.it |

Buonasera amici di weathersicily.it. Dopo l’ennesimo affondo freddo atlantico, complice delle numerose grandinate verificatesi nel messinese tra la notte e l’alba odierna, la nostra regione si appresta a vivere circa 36 ore di mitezza a causa del primo richiamo mite prefrontale della stagione. Ad innescare tale impennata termica sarà una nuova e possente depressione atlantica in intrusione sul Golgo di Biscaglia che, tramite la circolazione antioraria associata, richiamerà dal nord Africa tra venerdì 1 e sabato 2 febbraio 2019 miti venti meridionali e sabbia sahariana verso il meridione italiano, specie in Sicilia. Si tratta di un fenomeno tipico (di breve durata) quando le perturbazioni subentrano ad ovest del Mediterraneo ma insolitamente sarà il primo evento di tipo prefrontale della stagione, nonostante si siano registrate irruzioni analoghe nelle ultime due settimane (perturbazioni atlantiche). Questo in quanto l’affondo polare marittimo assumerà un ingresso più occidentale rispetto ai precedenti casi, coinvolgendo inizialmente la penisola iberica e le nazioni nord-occidentali europee. Correnti meridionali che al settentrione italiano favoriranno nevicate da addolcimento fino al piano (causa cuscinetti freddi) tra Piemonte, Lombardia settentrionale e occidentale, Valle d’Aosta, Trentino Alto Adige e parte della Liguria.

Già a partite dalla serata odierna avvertiremo un repentino aumento dei venti di Ostro, specie tra trapanese e palermitano tirrenico. Tale ventilazione tenderà ad intensificarsi ulteriormente venerdì, quando registreremo raffiche prossime ai 60-80 km/h sul comparto tirrenico (specie in serata), settore esposto ai venti di caduta (correnti secche in caduta dai crinali settentrionali). Moderate raffiche di Libeccio, con componente anche qui secca, raggiungeranno anche catanese e siracusano ionico (venti in caduta dai monti Erei/Iblei), mentre altrove la ventilazione risulterà più moderata ed umida poichè proverrà dal mare.

Analisi termica


| Grafica weathersicily.it |

Sotto l’aspetto termico le temperature tenderanno a portarsi sopra media stagionale di circa 7-8°C, specie sui settori tirrenici e ionici del catanese/siracusano. Proprio su quest’ultime zone citate si registreranno i valori termici più elevati, con valori prossimi o localmente superiori ai +20°C (specie sabato). Sul comparto costiero meridionale e sul messinese ionico, invece, le temperature max dovrebbero assestarsi tra i +16/+17°C circa, sempre per via di ventilazione umida. Da segnalare sabato 2 febbraio 2019 qualche valore prossimo ai +20°C anche tra ovest ragusano e basso nisseno in quanto potrebbe subentrare una ventilazione secca proveniente da E/SE, in caduta dai monti Iblei. Picchi superiori ai +20°C potrebbero registrarsi (sempre sabato) tra basso catanese e alto siracusano, causa Ostro in caduta sempre dai monti Iblei. Da evidenziare la presenza di temperature inusuali per il periodo tra la serata di venerdì e la notte di sabato sul comparto tirrenico, ove probabilmente si registreranno valori prossimi ai +16/+17°C in piena notte sui settori costieri esposti alla ventilazione di caduta.

Le condizioni atmosferiche si presenteranno variabili, associate a velature sparse e nubi alte. Maggiore nuvolosità potrebbe interessare il settore sud-occidentale, centrale e l’area dei monti Peloritani venerdì. Situazione simile sabato, ma con progressivo aumento della nuvolosità dal pomeriggio a partire da ovest (ne parleremo di seguito).

Avanza il freddo sabato a partire da ovest


| Grafica weathersicily.it |

Lo spostamento del vortice depressionario atlantico verso il Mediterraneo tenderà gradualmente a spazzare via il richiamo mite prefrontale verso la Grecia, questo a causa di un cambio della ventilazione che sabato tenderà a predisporsi dai quadranti occidentali/nord-occidentali ad ovest. Il settore orientale della Sicilia sarà l’ultima zona ad uscire dalla mitezza africana, difatti proprio sabato, entro il pomeriggio, la Sicilia sarà divisa totalmente in due sotto l’aspetto termico: isoterme prossime ai +2°C alla quota di 1360 m circa inizieranno ad irrompere ad ovest, mentre ad oriente ritroveremo ancora isoterme intorno ai +11/+12°C a quote simili. Un calo termico unanime si realizzerà entro la serata/tarda serata. Calo termico che sarà accompagnato da un fronte freddo in ingresso da ovest, complice di un possibile peggioramento entro il pomeriggio/sera sul settore centro-occidentale della regione, ove ritroveremo piogge diffuse, tendenti a spostarsi verso il settore tirrenico orientale nel corso della nottata di domenica 3 febbraio 2019 (in questa fase la quota neve si assesterà intorno ai 1.300 m circa).

Autopromozione
639effaec12ffaacdf1606668d40ff43

Attendibilità 60% (MEDIO-BASSA) – La giornata di domenica 3 febbraio 2019 vedrà variabilità sparsa, associata a possibile instabilità sul settore centro-occidentale e sul messinese al pomeriggio, ove non si esclude qualche temporale pelo-costa, in risalita verso le isole Eolie. Temporali sparsi potrebbero sorgere sul Canale di Sicilia, riuscendo a coinvolgere probabilmente i settori costieri meridionali della Sicilia.

Attesa ventilazione moderata o localmente forte da W/SW, ma decisamente più fredda. Quota neve prossima ai 1000 m ad ovest, intorno ai 1.300 m altrove. Temperature in deciso calo ovunque.

Attesi mari mossi o molto mossi sia venerdì che sabato tra Canale di Sicilia e Mar Ionio, poco mosso ma increspato il basso Tirreno. Mosso entro domenica anche il Tirreno.

Tendenza successiva

Autopromozione
639effaec12ffaacdf1606668d40ff43

L’affondo atlantico, l’ultimo di una lunga serie, potrebbe isolarsi tramite una goccia fredda in quota tra lunedì 4 e martedì 5 febbraio 2019 tra il Canale di Sicilia e il Mar Ionio, apportando una probabile fase instabile di cui riparleremo.

Sotto l’aspetto globale il lobo canadese, portatore del gelo sul nord America, una volta traslato verso levante, potrà chiudere entro la prossima settimana il portone atlantico, facendo subentrare un vasto campo alto-pressorio sul nord Europa. Potremo dunque salutare l’aria polare marittima ed annesse perturbazioni atlantiche (queste hanno caratterizzato il tempo nelle ultime due settimane circa). Da capire i possibili risvolti dall’est Europa: febbraio tutto da scoprire.

31/01/2019 ore 15:27 – ©weathersicily.it


Le previsioni meteorologiche e tutti i servizi offerti da Weather Sicily sono gestiti da appassionati di meteorologia, curate sulla base delle informazioni dei modelli matematici, aggiornate con la massima precisione possibile. Appassionati che seguono da anni la meteorologia siciliana e che hanno maturato nel tempo una certa competenza sul campo.

Weather Sicily non potrà essere considerata responsabile per ogni o qualsiasi danno che potesse derivare a soggetti giuridici terzi, società, enti o persone in relazione all'uso delle previsioni meteorologiche. In nessun caso sarà responsabile per qualsiasi tipo di danno, inclusi, senza limitazioni, i danni derivanti dalla perdita di beni, profitti e redditi, danni biologici, quelli derivanti dal costo di ripristino, di sostituzione, od altri costi similari, diretti od indiretti, incidentali o consequenziali, ovvero anche solo ipoteticamente collegabili con l’uso delle previsioni meteorologiche.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

La documentazione, le immagini, i caratteri, il lavoro artistico, la grafica, il software e gli altri contenuti del sito, tutti i codici e format scripts per implementare il sito, sono di proprietà di Weather Sicily. Il materiale contenuto nel sito Web è protetto da copyright. E' fatto, pertanto, divieto di copiare, modificare, caricare, scaricare, trasmettere, pubblicare, o distribuire per se stessi o per terzi per scopi commerciali se non dietro autorizzazione scritta.

E' consentita la condivisione di news e dati a condizione di citare il nostro sito. I Widget da noi offerti sono gratuiti e usufruibili a tutti coloro i quali volessero prelevarli.