Sicilia, l’inverno vuole farsi perdonare: in arrivo freddo artico, maltempo e neve quote medie

| Accumuli pluviometrici regionali ultime 48 ore – Rete Sias |

Buonasera amici di weathersicily.it. Il weekend siculo è stato contraddistinto da variabilità, associata a precipitazioni sparse lungo il settore occidentale e tirrenico principalmente. Oggi, lunedì 12 febbraio 2018, abbiamo vissuto una pausa ingannevole, già interrotta sul comparto centro-occidentale al pomeriggio per l’arrivo di un flusso umido e perturbato in ingresso da ovest. Da segnalare le ingenti nevicate giunte tra venerdì e sabato scorso lungo l’Appennino, con accumuli anche di mezzo metro su Etna nord. Trovate la documentazione in merito nella nostra pagina Facebook>>

Nuova fase perturbata dal pomeriggio-sera per flusso umido occidentale

| Situazione barica lunedì 12 febbraio 2018 – Met Office |

La situazione, come vi anticipavamo nell’introduzione, sta cambiando in queste ore. Una perturbazione polare sta facendo il suo ingresso verso il nord Italia, ove si è formato un centro depressionario sui pressi del Mar Ligure. Tale vortice è destinato a spostarsi entro domani sul basso Adriatico ma prima invierà un flusso umido e perturbato proveniente da occidente verso le nostre zone tramite il fronte occluso legato ad esso. Proprio dal pomeriggio-sera odierno si attende un peggioramento su trapanese, palermitano, agrigentino, nisseno, messinese e nord catanese (localmente alto ragusano) con piogge sparse, maggiormente concentrate sul nord della regione. In questa fase la quota neve subirà un sensibile aumento a causa del richiamo mite prefrontale in atto, con dama bianca in visione soltanto oltre i 1.700/1.800 m circa.

Calo delle temperature da martedì

| Situazione barica martedì 13 febbraio 2018 – Met Office |

Domani, martedì 13 febbraio 2018, lo spostamento della ciclogenesi consentirà, invece, la discesa del fronte freddo in spostamento da ovest verso est (piogge su buona parte del territorio e deciso calo termico). Tale manovra agevolerà l’ingresso di correnti artiche, tendenti a confermarsi maggiormente dalla serata di mercoledì 14 febbraio 2018 quando giungerà una seconda perturbazione polare più intensa. Atteso un repentino calo della quota neve martedì fin verso i 900-1.000 m ovunque con isoterme comprese tra i -2/+0°C alla quota di 1.500 m. Venti in rotazione da W a NW entro sera.

Nuova perturbazione mercoledì

| Grafica weathersicily.it |

Nuovo peggioramento mercoledì con un secondo impulso polare che darà vita ad un nuovo minimo depressionario sul medio Tirreno, in successivo spostamento sul Mar Ionio. Tale, ennesima, manovra abiliterà una seconda irruzione artica tramite l’ingresso di correnti settentrionali dalla sera. Tuttavia, durante le ore diurne, è atteso un lieve aumento termico in quota a causa del secondo richiamo prefrontale che, oltre a richiamare per brevi ore Libeccio/Ponente, riporterà valori intorno ai +0°C alla quota di 1.500 m circa nelle ore diurne. La ventilazione si predisporrà nuovamente da W/SW, in rotazione a Maestrale entro sera quando il minimo depressionario sarà ormai transitato sulle acque ioniche. Prima dell’intenso freddo, un altro fronte occluso investirà la nostra isola, apportando precipitazioni modeste ancora in spostamento da ovest verso est durante il corso della giornata. La quota neve, dopo essersi sollevata intorno ai 1.100 m (salvo locali cuscinetti freddi quota neve di poco più bassa), tenderà ad abbassarsi ulteriormente a fine giornata fin verso i 900-1.000 m,  oltre i 700-800 m sul nord Sicilia.

Focus neve

| Grafica weathersicily.it |

Le due irruzioni artiche apporteranno diversi cm di neve lungo l’Appennino siculo, con accumuli totali entro giovedì fin i 50 cm sul vulcano catanese (specie versanti esposti W/N). Atteso il ritorno della neve anche su Nebrodi, Madonie, Peloritani, Sicani, monti del palermitano e localmente fin verso l’ennese. A fine evento, secondo i dati in nostro possesso, si attendono circa 35 cm di neve oltre i 1.200 sui Nebrodi, circa 20 cm oltre i 1.200 metri sulle Madonie, 10 cm circa oltre i 1.200 m sui Sicani, 5-7 cm circa sui Peloritani e sui monti del palermitano oltre i 1.000 m circa. Qualche spolverata di neve è attesa anche sul’ennese oltre i 900-1.000 metri da mercoledì sera con circa 2 cm oltre la quota indicata. Dunque, la città di Enna resta in gioco per la prima decisiva imbiancata della stagione. La fascia oraria delle precipitazioni è indicata nel bollettino a seguire.

Previsioni meteo regionali valide per martedì 13 febbraio 2018 – Attendibilità previsione 70% (MEDIO-ALTA)

Netto peggioramento al primo mattino in ingresso da ovest, con rovesci e temporali tendenti ad interessare trapanese, palermitano, agrigentino, ovest messinese, alto nisseno ed ennese. Fenomeni che durante la seconda mattina tenderanno a spostarsi con meno veemenza sul resto del nisseno e del messinese, sul ragusano/siracusano e sul catanese. Fenomeni moderati su messinese ed etneo nord-occidentale. Schiarite sparse sul comparto centro-occidentale ove vi sarà una breve pausa. Al pomeriggio peggiora nuovamente tra alto trapanese e palermitano, così come sul messinese con rovesci e locali temporali. Situazione potenzialmente asciutta altrove. In serata insistono precipitazioni tra palermitano e messinese tirrenico, in sconfinamento nella prima serata su alto agrigentino, alto ennese, alto nisseno e alto catanese.

Venti moderati o forti da W/SW, in rotazione a W/NW entro il pomeriggio-sera una volta passato il fronte freddo. Da mosso a molto mosso il basso Tirreno e il Canale di Sicilia. Poco mosso lo Ionio. Temperature in graduale calo con il passaggio del fronte.

Info neve: il passaggio del fronte freddo comporterà un veloce calo delle quota neve, in discesa fin verso i 900-1.000 m sul comparto centro-occidentale al mattino, intorno ai 1.100-1.200 m altrove. In serata quota neve oltre i 900 m ovunque, con neve alla quota indicata sulle zone interessate dai fenomeni (vedi sopra).

Previsioni meteo regionali valide per mercoledì 14 febbraio 2018 – Attendibilità previsione 70% (MEDIO-ALTA)

Autopromozione

639effaec12ffaacdf1606668d40ff43

Tra la notte e il primo mattino ultimi fenomeni sul messinese tirrenico orientale. Al primo mattino giungerà un nuovo peggioramento da ovest in spostamento verso est, con rovesci e isolati temporali tendenti ad interessare tutto il territorio regionale entro il pomeriggio. Le precipitazioni risulteranno omogenee e moderate, localmente intense sui rilievi del palermitano e sull’etneo occidentale. In serata, una volta uscito il fronte, si attende il proseguimento dei fenomeni sul settore settentrionale e occidentale. Possibili sconfinamenti su agrigentino, medio-alto nisseno, ennese e alto catanese.

La ventilazione eseguirà la stessa prassi del giorno precedente, ovvero: sarà moderata o forte da W/SW, in rotazione a W/NW entro il pomeriggio-sera una volta passato il fronte. Da mosso a molto mosso il basso Tirreno e il Canale di Sicilia. Poco mosso lo Ionio. Temperature in lieve aumento, specie in quota, in ulteriore e deciso calo dalla serata ovunque.

Info neve: durante le ore diurne attese nevicate tra i 1.100-1.200 m (salvo locali cuscinetti freddi quota neve di poco più bassa). In serata calo delle quota neve fin verso i 900-1.000 m, tra i 700-800 m sul nord Sicilia.

Tendenza successiva

La tendenza per giovedì 15 febbraio 2018 mostra l’allontanamento del vortice ionico, con graduale miglioramento delle condizioni atmosferiche. Al primo mattino comunque non dovrebbe mancare qualche ultimo disturbo tra palermitano e messinese tirrenico, con ultime nevicate in alta collina. A seguire si farà avanti una breve fase anticiclonica dominata dall’alta pressione delle Azzorre. Tale quadro sarà argomentato nel successivo editoriale.

12/02/2018 ore 18:56 – ©weathersicily.it



Le previsioni meteorologiche e tutti i servizi offerti da Weather Sicily sono gestiti da appassionati di meteorologia, curate sulla base delle informazioni dei modelli matematici, aggiornate con la massima precisione possibile. Appassionati che seguono da anni la meteorologia siciliana e che hanno maturato nel tempo una certa competenza sul campo.

Weather Sicily non potrà essere considerata responsabile per ogni o qualsiasi danno che potesse derivare a soggetti giuridici terzi, società, enti o persone in relazione all'uso delle previsioni meteorologiche. In nessun caso sarà responsabile per qualsiasi tipo di danno, inclusi, senza limitazioni, i danni derivanti dalla perdita di beni, profitti e redditi, danni biologici, quelli derivanti dal costo di ripristino, di sostituzione, od altri costi similari, diretti od indiretti, incidentali o consequenziali, ovvero anche solo ipoteticamente collegabili con l’uso delle previsioni meteorologiche.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

La documentazione, le immagini, i caratteri, il lavoro artistico, la grafica, il software e gli altri contenuti del sito, tutti i codici e format scripts per implementare il sito, sono di proprietà di Weather Sicily. Il materiale contenuto nel sito Web è protetto da copyright. E' fatto, pertanto, divieto di copiare, modificare, caricare, scaricare, trasmettere, pubblicare, o distribuire per se stessi o per terzi per scopi commerciali se non dietro autorizzazione scritta.

E' consentita la condivisione di news e dati a condizione di citare il nostro sito. I Widget da noi offerti sono gratuiti e usufruibili a tutti coloro i quali volessero prelevarli.