Sicilia, dalla primavera all’inverno in 72 ore. Torna anche il maltempo nel weekend.

| Valori max odierni – Rete Sias |

Buonasera amici di weathersicily.it. Durante la giornata odierna, venerdì 16 marzo 2018, abbiamo assistito al picco del richiamo mite africano di natura prefrontale. Il terzo del mese in corso a causa del continuo flusso atlantico che richiama (da prassi) aria mite dal nord Africa prima dell’arrivo del classico fronte freddo, in situazioni di perturbazioni in entrata da W/NW. Il richiamo mite odierno in alcune frazioni sicule è risultato il più intenso dei tre giunti in questi primi 16 giorni di marzo, favorendo locali punte di +27/+28°C tra basso catanese e alto siracusano ionico, fin i locali +29°C su Catenanuova. Mitezza anche in collina con punte fin i +20°C intorno ai 600 m circa. Il settore tirrenico, come indicato ieri, ha beneficiato invece della brezza marina, con valori max non oltre i +22°C. Pensate Palermo che alle ore 20:00 circa registra +15/+16°C circa, nonostante in quota siano ancora presenti isoterme oltre media stagionale. In questi casi è il mare a dettare le regole in quanto la ventilazione settentrionale emana la frescura della superficie marina (il basso Tirreno registra +15°C) lungo i bassi strati costieri. Non a caso sull’entroterra (zona non esposta alla ventilazione marina), sempre alle ore 20:00, fa più caldo con valori intorno ai +20°C sul corleonese. Situazioni analoghe si denotano anche sui restanti settori costieri (specie quello meridionale) non interessati dai venti di caduta. Tuttavia in serata, grazie allo sfondamento della secca ventilazione meridionale, lungo il settore tirrenico del messinese si registreranno le max odierne con valori localmente prossimi ai +24°C circa. Valori miti attesi anche in collina ove scorreranno le ultime isoterme miti in quota.

| Grafica weathersicily.it |

Durante il corso delle prossime 72 ore assisteremo ad un graduale calo delle temperature grazie all’aria più fresca atlantica in arrivo da ovest. Il freddo/gelo artico giunto sull’Europa settentrionale tenderà a miscelarsi con la massa atlantica, riuscendo ad apportare localmente isoterme prossime ai +0°C alla quota di 1.500 m circa entro lunedì in Sicilia. Prima del definitivo calo termico seguiranno vari impulsi perturbati di cui vi parleremo di seguito. L’inverno è pronto a sostituire la primavera meteorologica e con molte probabilità non sarà un semplice colpo di coda in quanto le temperature potrebbero mantenersi fredde almeno per buona parte della terza decade del mese (specie tra giovedì e venerdì prossimo), seguendo le proiezioni dei più attendibili centri meteorologici.

Attendibilità 70% (MEDIO-ALTA) –  Progressivo crollo delle temperature a partire da sabato.

Come anticipato nelle precedenti ore, a partite da sabato 17 marzo 2018 farà il suo ingresso aria più fresca atlantica da ovest grazie al sollevamento della depressione afro-mediterranea verso il Mar Adriatico. Le correnti tenderanno a predisporsi dai quadranti occidentali/nord-occidentali, eseguendo un progressivo calo delle temperature in spostamento da ovest verso est entro sera. Precisiamo che durante le ore diurne la nostra regione sarà divisa in due sotto l’aspetto termico poichè il richiamo mite africano tenderà ancora a far sentire i suoi ultimi effetti lungo il comparto orientale. La ventilazione occidentale, emanata dal flusso atlantico, aggiungerà la ciliegina sulla torta per il raggiungimento di valori prossimi ai +25°C tra catanese e siracusano ionico, ove qui i venti da W provengono dall’entroterra. Il calo termico inizierà a giungere invece sul comparto centro-occidentale dove entro la mattina giungerà il fronte freddo legato alla depressione adriatica, arrecando qualche piovasco/pioggia lungo il comparto settentrionale dell’isola. Al pomeriggio qualche precipitazione insisterà sul messinese tirrenico ma con tendenza al miglioramento entro sera. Attesa variabilità altrove. Tornando all’aspetto termico, le temperature max non dovrebbero superare i +15/+16°C sul settore tirrenico e sul comparto occidentale, con zero termico prossimo ai 1.700 entro sera.

Il basso Tirreno si presenterà mosso o molto mosso, molto mosso il Canale di Sicilia, poco mosso lo Ionio sottocosta.

Attendibilità previsione 60% (DI POCO MEDIO-ALTA) – Giornata variabile ma peggiora entro sera ovunque.

La giornata domenicale vedrà un lievissimi rialzo termico (di circa 1/2°C in quota) a causa di una nuova perturbazione atlantica in intrusione sul Mediterraneo che tenterà ad eseguire un richiamo mite privo di fondamenta. La giornata si presenterà ancora variabile con locali piogge sparse su ovest e nord Sicilia al mattino. In serata l’avvicinamento della perturbazione indicata comporterà un nuovo peggioramento che interesserà l’intera regione con piogge di debole/moderata entità in spostamento da ovest verso est.

La ventilazione si presenterà moderata/forte dai quadranti sud-occidentali, tendente a ruotare in Ponente entro sera. Attesi mari generalmente mossi, poco mosso lo Ionio sottocosta. Temperature in lieve rialzo lungo il settore tirrenico ove sarà possibile qualche valore max intorno ai +18°C a causa della ventilazione libecciale. Attese punte max prossime ai +20°C tra catanese e siracusano ionico per venti di caduta/terra sud-occidentali. In serata atteso un calo delle temperature sul comparto occidentale, tendente a dilungarsi entro la notte a seguire sul resto dell’isola.

Attendibilità previsione 50% (MEDIA) – Arriva il freddo. Torna la neve in montagna. 

Autopromozione

639effaec12ffaacdf1606668d40ff43

L’inizio della prossima settimana aprirà all’insegna del freddo (non eccessivo), con isoterme in quota comprese tra i +0/+3°C all’altitudine di 1.500 m circa. La giornata dovrebbe presentarsi prettamente variabile con ancora piogge sparse sul comparto occidentale e centro-settentrionale.

Attesi venti moderati/forti di Ponente. Mari mossi o molto mossi, poco mosso lo Ionio sottocosta. Temperature in ulteriore calo con valori inferiori alla media stagionale. Possibili valori max poco oltre i +15°C tra catanese e siracusano ionico.

Atteso il ritorno della neve oltre i 1.300/1.400 m circa.

16/03/2018 ore 20:36 – ©weathersicily.it



Le previsioni meteorologiche e tutti i servizi offerti da Weather Sicily sono gestiti da appassionati di meteorologia, curate sulla base delle informazioni dei modelli matematici, aggiornate con la massima precisione possibile. Appassionati che seguono da anni la meteorologia siciliana e che hanno maturato nel tempo una certa competenza sul campo.

Weather Sicily non potrà essere considerata responsabile per ogni o qualsiasi danno che potesse derivare a soggetti giuridici terzi, società, enti o persone in relazione all'uso delle previsioni meteorologiche. In nessun caso sarà responsabile per qualsiasi tipo di danno, inclusi, senza limitazioni, i danni derivanti dalla perdita di beni, profitti e redditi, danni biologici, quelli derivanti dal costo di ripristino, di sostituzione, od altri costi similari, diretti od indiretti, incidentali o consequenziali, ovvero anche solo ipoteticamente collegabili con l’uso delle previsioni meteorologiche.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

La documentazione, le immagini, i caratteri, il lavoro artistico, la grafica, il software e gli altri contenuti del sito, tutti i codici e format scripts per implementare il sito, sono di proprietà di Weather Sicily. Il materiale contenuto nel sito Web è protetto da copyright. E' fatto, pertanto, divieto di copiare, modificare, caricare, scaricare, trasmettere, pubblicare, o distribuire per se stessi o per terzi per scopi commerciali se non dietro autorizzazione scritta.

E' consentita la condivisione di news e dati a condizione di citare il nostro sito. I Widget da noi offerti sono gratuiti e usufruibili a tutti coloro i quali volessero prelevarli.