Importanti manovre meteorologiche entro il weekend. Quali risvolti per la Sicilia?

Buonasera amici e lettori di weathersicily.it. L’inizio di settimana corrente, dopo qualche ultima pioggia giunta sul comparto orientale ieri, ha visto un netto miglioramento delle condizioni atmosferiche. Ad apportare stabilità è un vasto ed anomalo (secondo le medie climatiche) campo anticiclonico di natura azzorriana, che ha collocato il proprio massimo geopotenziale proprio sull’area del Mediterraneo centrale durante le ore odierne. Tale scenario, già più volte verificatosi nei secoli scorsi, consente la realizzazione delle inversioni termiche notturne (minime frizzanti tra la notte e il primo mattino), alternati a valori max miti ma non troppo durante le ore diurne, con valori poco oltre i +20°C lungo le località costiere.

| Anomalie geopotenziale attese a 500 hpa (5.000 m circa) giovedì 15 novembre 2018 |

Durante il corso delle prossime 48 ore, quindi tra mercoledì 14 e giovedì 15 novembre 2018, questa vasta area alto-pressoria tenderà ad innalzarsi verso l’area scandinava e la Russia, riuscendo ad inglobare ancora l’Europa settentrionale. Questo a causa di un notevole blocco freddo staccatosi dal lobo canadese, in progressivo sprofondamento sul medio-alto oceano Atlantico (vedi anomalia evidente dei geopotenziali) che farà sbalzare verso l’alta Europa i massimi geopotenziali. La rotazione oraria delle correnti associata alla campana anticiclonica, innalzandosi verso settentrione, determinerà di conseguenza sul bordo meridionale il risucchio d’aria fredda artica continentale verso l’area balcanica. Tale massa precocemente fredda per il periodo proseguirà entro il fine settimana il suo percorso verso occidente, riuscendo a coinvolgere probabilmente l’intera penisola italiana (specie regioni centro-settentrionali), a causa del flusso di levante instaurato dalla predisposizione delle isobare associate al campo di alta pressione.

| Grafica weathersicily.it |

Nel frattempo sul nord Africa ritroviamo un flusso atlantico ben attivo, questo portatore di due gocce fredde che percorreranno gradualmente il Marocco, l’alta Algeria e la Tunisia. Tale impulso atlantico presente sul settentrione del continente africano, percorrendo il proprio percorso verso est, tenderà ad interagire con la massa d’aria più fredda in ingresso da nord-est, riuscendo così a rigenerarsi sulle acque del Canale di Sicilia. Secondo le attuali proiezioni modellistiche prenderà così vita un insidioso vortice afro-mediterraneo in veloce risalita verso l’area ionica grazie al flusso atlantico sud-occidentale presente in quota, ovvero una possibile ciclogenesi esplosiva che determinerà un rapido calo dei valori pressori all’interno del proprio occhio ciclonico. Tale minimo fungerà da ulteriore calamita per consentire un maggior afflusso artico-continentale dalla porta balcanica. La nostra isola, seguendo le tendenze del modello Gfs-Icon-Ukmo-Ecmwf, potrebbe vivere una fase perturbata e più fresca ma non troppo fredda per il periodo. Secondo il modello canadese Gem, invece, una risalita più orientale del minimo afro consentirebbe un maggior apporto freddo fin verso le nostre zone.

Autopromozione

639effaec12ffaacdf1606668d40ff43

Di certo importanti manovre sono in vista a livello europeo, queste tipiche del periodo invernale. Casualità vuole il ritorno del maltempo per il terzo weekend di fila in Sicilia, ma anche una possibile burrasca dai quadranti orientali-nord/orientali qualora il vortice afro-mediterraneo dovesse avvicinarsi all’area sicula orientale. Da evidenziare un possibile ed importante innevamento sull’area etnea alle quote medie qualora il quadro dovesse essere confermato. Possibilmente qualche bianca sorpresa in vista anche per le alte cime delle Madonie e dei Nebrodi, ma per essere maggiormente certi bisognerà stabilire l’esatto valore delle isoterme attese ad 850 hPa (1.500 m circa). Sintetizzando, sarà bene godersi questi ultimi giorni di stabilità: il maltempo è nuovamente alle porte e, probabilmente, potrebbe presentarsi intenso/persistente su alcune zone per diverse ore.

13/11/2018 ore 19:16 – ©weathersicily.it



Le previsioni meteorologiche e tutti i servizi offerti da Weather Sicily sono gestiti da appassionati di meteorologia, curate sulla base delle informazioni dei modelli matematici, aggiornate con la massima precisione possibile. Appassionati che seguono da anni la meteorologia siciliana e che hanno maturato nel tempo una certa competenza sul campo.

Weather Sicily non potrà essere considerata responsabile per ogni o qualsiasi danno che potesse derivare a soggetti giuridici terzi, società, enti o persone in relazione all'uso delle previsioni meteorologiche. In nessun caso sarà responsabile per qualsiasi tipo di danno, inclusi, senza limitazioni, i danni derivanti dalla perdita di beni, profitti e redditi, danni biologici, quelli derivanti dal costo di ripristino, di sostituzione, od altri costi similari, diretti od indiretti, incidentali o consequenziali, ovvero anche solo ipoteticamente collegabili con l’uso delle previsioni meteorologiche.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

La documentazione, le immagini, i caratteri, il lavoro artistico, la grafica, il software e gli altri contenuti del sito, tutti i codici e format scripts per implementare il sito, sono di proprietà di Weather Sicily. Il materiale contenuto nel sito Web è protetto da copyright. E' fatto, pertanto, divieto di copiare, modificare, caricare, scaricare, trasmettere, pubblicare, o distribuire per se stessi o per terzi per scopi commerciali se non dietro autorizzazione scritta.

E' consentita la condivisione di news e dati a condizione di citare il nostro sito. I Widget da noi offerti sono gratuiti e usufruibili a tutti coloro i quali volessero prelevarli.